Idee e Soluzioni - Alimentazione macchina fotografica fai da te

 

Può sembrare banale ma è successo a tutti. Ci raccomandiamo sempre di avere un numero sufficiente di batterie, le mettiamo nella borsa convinti di averle cariche ed efficienti, magari siamo anche stati attenti ed economi nell'uso, ma, ripeto, è successo a tutti di perdere lo scatto che poteva risolvere la giornata per colpa delle batterie.  Se teniamo sempre acceso l'Lcd il consumo aumenta, se lo spegniamo capita di non ricordare se la macchina è accesa o meno.

Mi sono trovato a cercare una soluzione in rete e ne  ho trovate diverse con degli External Power Pack come il DigiPower DPS-9000 2200 mAh, MAHA PowerBank 1400mAh, Powerizer 2200 mAh e il Universal Camcorder & Digital Camera External Battery della Global-Batteries ma non sempre erano disponibili per il mercato italiano. Ho quindi ordinato presso l'importatore italo-tedesco il Maha ma mi è stato comunicato non essere disponibile.

Cercando ancora in rete ho visto che molti avevano trovato soluzioni alternative, alcune semplici altre complicate o non compatibili con le esigenze della mia macchina. Il mondo del modellismo offre soluzioni ottime ma per chi non vive in città il negozio di modellismo fornito non sempre è facilmente raggiungibile. Le tradizionali torce ricaricabili invece sono molto più diffuse.

Ho trovato in un sito portoghese la indicazione più semplice e in uno americano la più complessa. Ho provato una alternativa intermedia tra i due e sono arrivato a questa soluzione che vi presento e che mi sta dando soddisfazione a "non finire". Infatti riesco con una carica a passare 6-7 ore estive o una giornata invernale senza dover cambiare batterie. Ma la soddisfazione si basa sul fatto che mi sono dovuto ingegnare e la realizzazione è stata mia. Premetto che non sono un esperto di elettronica e uso il saldatore con una discreta dose di incapacità, ma, con un poco di pazienza e qualche schema, ecco cosa ho fatto

Progetto batterie -  la struttura Progetto batterie -  Collegamenti Progetto batterie -  la struttura 
Progetto batterie -  Vista da sopra Progetto batterie -  Profilo  La Canon 70D tra la Panasonic GH3 e la Nikon D7100

 

Davanti al corpo macchina della mia Coolpix 4500 c'é la presa per l'alimentazione esterna con scritto la potenza necessaria e la polarità da mantenere. Quindi ho fatto uno schemino cercando di rispettare alcuni aspetti importantissimi:

1)  La batteria deve avere un valore di tensione nominale pari o sarebbe meglio di poco inferiore (mai superiore) a quello indicato nella presa sul corpo macchina (se non è indicato consultate il manuale della macchina). Bisogna tener presente che una batteria appena ricaricata eroga una tensione leggermente maggiore di quella nominale (Una da 7,2V manda anche 8,4V).

2)  Bisogna trovare un Jack adatto alla presa che ho sul corpo macchina e rispettare la polarizzazione. Questo è MOLTO IMPORTANTE.

3)  Cercare delle batterie ricaricabili in numero pari alla cui somma del valore in volt sia uguale a quello che mi richiede la macchina.

4)  Ci sono batterie ricaricabili con diversi valori di carica. Questo valore è espresso in mAh (milli Ampere Ora) e in commercio normalmente i valori sono 1200mAh, 2400mAh, 3000mAh e 3600mAh. Questo vuol dire che, come esempio, una batteria che ha un valore di 1200mAh può fornire una corrente di 1200mA per un ora oppure 120mA per 10 ore. Chiaro quindi che maggiore sarà il valore in mAh maggiore sarà la durata della batteria.

Per portare un altro esempio che possa rendere chiaro quanto il nostro accessorio possa risolvere i nostri problemi prendiamo le batterie della mia Coolpix 4500 EN-EL1 è DI 7,4V per 680mA e dura, da nuova, circa due ore. Con le mie batterie non ho provato a vedere con precisione la durata ma 7 ore continuate è il massimo che mi è capitato di provare senza raggiungere il drammatico messaggio "Battery exausted". Sono andato in un negozio di materiale elettronico con la macchina fotografica così da scegliere e provare il Jack che fosse esatto per la presa. Ho preso un cavo lungo quanto basta per poter usare le batterie d'inverno al caldo nella tasca interna del piumino e 3 Jack. Ho cercato 6 batterie ricaricabili da 1,5V che avessero il più alto valore in mAh possibile. Un alimentatore-caricabatterie compatibile con la potenza delle batterie. Stagno, Nastro adesivo isolante di larghe dimensioni, una barretta di legno rigida  e una custodia di cellulare della Panasonic.

Seguendo lo schema ho assemblato abbastanza rapidamente le batterie, ho saldato i contatti e il Jack femmina delle dimensioni pari al maschio dell'alimentatore-ricarica batterie. Ho poi bloccato le batterie tra di loro e una basetta rigida in legno con il nastro adesivo e fermato con lo stesso la presa di alimentazione. Il tutto lo ho infilato nella custodia del cellulare Panasonic (avanzo di magazzino nel negozio dove ho comperato il tutto) e il gioco è fatto.  

Chiunque avesse idee e soluzioni per raffinare o migliorare la resa si faccia avanti che è bene accolto.


Se trovate utile il nostro lavoro potete sostenerci con una donazione, con un click ai nostri sponsor o acquistare il prodotto
su Amazon o Pixmania accedendo direttamente dai link sottostanti. Qualunque contributo è molto gradito.

 


   

Mini guide

Mini guide

Introduzione ? - Introduzione al digiscoping
Digiscoping con la reflex
? - Il Binocolo breve guida alla scelta.
? -
Il treppiede e la testa  breve guida
alla scelta.

? - Chiarimenti e semplici indicazioni

una mini guida
? - Tre oculari ed un cannocchiale  un mini test o un gioco?
? - Digiscoping in notturna  Le esperienze e i consigli di un nostro amico.
? - Oculari - e non solo  
Un tentativo di semplificare la scelta e la conoscenza dei dati per conoscere il miglior oculare  da abbinare alla macchina fotografica e al suo obiettivo
 

 

 

Da ricordare

I link ai siti dei produttori e distributori


B&H Search Engine Banner

B&H Photo - Video - Pro Audio